Hwange National Park

Confinante con il Botswana, lo Hwange National Park con un’area di 14.600 km² è il parco nazionale più grande dello Zimbabwe.

Il parco, posizionato all’interno dell’area di conservazione transfrontaliera Okavango-Zambesi è costituito prevalentemente da un territorio arido, ma risulta tuttavia paesaggisticamente vario.

Hwange National Park è formato da vaste zone sabbiose del deserto del Kalahari, foreste di teak e colline composte da formazioni rocciose intagliate dagli agenti naturali in un altopiano di granito.

Con più di 100 specie di mammiferi, tra cui anche i rarissimi rinoceronti bianchi, Hwange offre una delle più grandi varietà di animali di tutti i parchi nazionali d’Africa.

La fauna dello Hwange National Park

Tra gli animali carnivori vi sono il leone, il ghepardo, il leopardo, il tapiro, lo zibetto, la iena maculata, lo sciacallo dalla schiena nera, la volpe dalle orecchie di pipistrello, il formichiere e il pangolino.

Gli elefanti, la cui popolazione è stimata in oltre trentamila esemplari, si trovano nella regione settentrionale mentre le giraffe vivono ad ovest. Gli ippopotami e i coccodrilli hanno il loro habitat naturale lungo i fiumi più grandi.

Hwange National Park

Hwange National Park

Per quanto riguarda l’avifauna, Hwange National Park accoglie oltre 400 specie di uccelli. Nelle zone più aride del deserto del Kalahari i visitatori possono ammirare l’ardeotis kori, l’usignolo del Kalahari, lo sporopipes squamifrons detto anche diamante africano minore, il gruccione coda di rondine, il bulbul con gli occhi Rossi e il garrulo bicolore.

Durante la stagione estiva la popolazione degli uccelli aumenta per via della migrazione, arrivando così altre specie come il nibbio bruno, le cicogne di Abdim, il gruccione carminio dalla gola rossa, l’euristomo africano oltre a varie specie di cuculi.

I safari nella natura selvaggia

Lo Hwange, conosciuto per la sua selvaggia bellezza, offre tra i migliori safari d’Africa. La stagione migliore per le escursioni cade durante il periodo più secco dell’anno, che solitamente dura da agosto a ottobre. In quel periodo la maggior parte degli animali si avvicina perché è attratta dalle fonti d’acqua presenti nella riserva.

Vaste zone dello Hwange National Park, sono chiuse al turismo, per cui il numero dei visitatori del parco è relativamente basso. Questo permette ai fotografi, di godere di safari esclusivi a pieno contatto con la natura.

La maggiore densità di animali, si concentra nella parte settentrionale dello Hwange National Park.

Hwange National Park

Hwange National Park

Per gli appassionati di fotografia naturalistica, la natura incontaminata dello Hwange National Park, rappresenta una scelta d’eccellenza dalle diverse soluzioni.

Il Makalolo Plains Camp per esempio, all’interno dell’area di Linkwasha, offre la possibilità di ritrarre la parte più arida dello Hwange, quella del deserto del Kalahari. Troverete enormi distese di cespugli e mandrie di animali che girano liberamente in pianure che si estendono a perdita d’occhio.

A disposizione dei fotografi si organizzano escursioni sia di giorno che di notte, oltre a safari a piedi per farvi ammirare più da vicino la natura selvaggia di queste zone.

Little Mokalolo Camp, situato nella regione orientale del parco, è posizionato tra gli alberi di teak che si affacciano su uno stagno. Anche quest’area risulta famosa per i branchi di erbivori e felini.

L’Hide invece è all’interno di una piccola concessione nella zona nord-orientale. Situato in un bosco di acacie, il campo si affaccia su uno stagno permanente che attrae elefanti, bufali e giraffe.

In quest’area la presenza di un fiume prosciugato che crea una sorta di radura, permette ai visitatori di scorgere gli animali da qualsiasi punto. Consigliato per l’avvistamento dei leoni.

Il Somalisa Camp invece è situato sul lato est dello Hwange National Park, in un boschetto di alberi di acacia. È un’ottima soluzione per i fotografi che vogliano assistere al passaggio delle fitte mandrie di elefanti per i quali lo Hwange è famoso.

Hwange National Park

Hwange National Park

Hwange National Park, con la sua varietà di habitat e la grande fauna africana è una meta imperdibile per chi vuole vivere un’esperienza selvaggia a contatto con la natura incontaminata dello Zimbabwe.

Lo Hwange è un parco remoto, ideale per i veri fotografi che soffrono del “mal d’Africa”. Uno degli ultimi santuari al mondo per gli elefanti.

 

Siamo specializzati nell’organizzazione di viaggi fotografici e su misura.
Siamo esperti e conosciamo a fondo le mete che proponiamo.

 

Offriamo la nostra esperienza diretta, per progettare il vostro viaggio esclusivo.
Siamo professionisti del settore in ogni minimo dettaglio.

 

CONTATTACI PER INFO E PRENOTAZIONI



Fonte video YouTube

Iscriviti alla newsletter di Wild Nature Photographers

Signup now and receive an email once I publish new content.

I agree to have my personal information transfered to MailChimp ( more information )

I will never give away, trade or sell your email address. You can unsubscribe at any time.

Maurizio Ferrari

Maurizio Ferrari coltiva due grandi passioni, quella per l'arte della fotografia e quella per la natura. Attualmente Maurizio si è stabilito in Sudafrica e ha fondato Wild Nature Photographers, un tour operator specializzato per offrire a fotografi amatoriali e professionisti la possibilità di realizzare viaggi fotografici e su misura in terre africane e polari.   Per Maurizio effettuare un viaggio fotografico non significa fare una semplice esperienza dove scattare foto, ma si tratta di vivere momenti e ricordi indelebili. I viaggi vengono realizzati in maniera da soddisfare le esigenze individuali dei fotografi. Viene garantita assistenza continua in ogni fase del viaggio, offrendo guide, strutture ed escursioni esclusive. I viaggi di Wild Nature Photographers sono perfetti per chi ama la natura e sono l'ideale sia per chi ama viaggiare in solitaria che per chi ama farlo in piccoli gruppo. Grazie alla profonda conoscenza del territorio e all'efficiente assistenza, Wild Nature Photographers è in grado di garantire un'esperienza meravigliosa nel cuore di territori selvaggi e incontaminati. Oltre all’Africa è possibile realizzare e organizzare bush camp, crociere Antartiche, safari Artici e spedizioni in 4x4. Maurizio Ferrari ha messo il cuore nel proprio progetto, per poter permettere agli amanti della natura e della fotografia, di vivere emozioni uniche e irripetibili durante i viaggi. Negli ultimi anni, sta studiando e applicando la tecnica del panning e del mosso artistico-creativo all'interno della sua fotografia naturalistica. Le sue immagini non sono semplici fotografie, Maurizio desidera colpire chi osserva non soltanto con scatti da guardare, ma andare oltre la fotografia a livello emotivo ed emozionale. Le sue foto devono far sentire qualcosa. Da circa 3 anni, Maurizio si sta dedicando ad un grande progetto editoriale, ovvero un libro interamente dedicato al mosso artistico nell'ambito naturalistico. L'idea dell'autore è quella di inserire cinquanta immagini a colori e cinquanta in bianco e nero, un progetto molto complesso nella realizzazione, che richiede molto tempo e dedizione. Come artista, Maurizio Ferrari ha ottenuto diversi riconoscimenti e premi sia a livello nazionale che internazionale partecipando a grandi concorso come: Asferico, Natures Best Photography Africa, Siena International Photography Awards, Nature Image Awards, Festival de l'Oiseau et de la Nature, Festival International Montier-en-Der e il National Geographic Italia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>