Tu sei qui:
Lake Manyara

Per un viaggio su misura in Tanzania lontano dalle mete più frequentate, c’è il meraviglioso Lake Manyara, situato nel nord del paese. Con i suoi 330 km² di estensione, il parco non è tra i più grandi in Africa ma la sua straordinaria ricchezza di flora e fauna ne fanno un sito imperdibile per chi ama i safari fotografici.

Si trova lungo la Great Rift Valley dell’Africa dell’est e la maggior parte dei visitatori dedicano ad esso solo poche ore. Lake Manyara si trova infatti a pochi chilometri dal Cratere di Ngorongoro ed è quindi considerato una meta secondaria dai viaggiatori che vi si dirigono.

In realtà il Lake Manyara, insieme all’area circostante, ha molto da offrire e quindi vale la pena di fermarsi qualche giorno per poter ammirare e godere appieno di tutte le sue meraviglie.

La parte più interessante e più godibile è quella situata verso l’interno del parco, lontano dall’accesso principale dove si concentra in genere la maggioranza dei turisti. Il parco infatti dispone di due ingressi principali. Il più affollato dai visitatori di passaggio si trova a nord, il secondo è a sud ed ha alcune limitazioni d’accesso quindi è meno frequentato.

Dalla forma sottile e allungata, Lake Manyara Nationa Park è coperto d’acqua per circa i due terzi della sua superficie. Il lago tuttavia, lungo approssimativamente 50 km e largo 16 km, varia la sua estensione a seconda delle stagioni.

Un viaggio su misura in Tanzania dovrebbe comprendere questo parco anche perché nonostate esso sia situato in una regione prevalentemente arida, ospita ben cinque diversi ecosistemi che ne fanno l’area con la maggiore biodiversità di tutto il paese.

Lake Manyara

Lake Manyara

Attorno al bacino acquatico infatti, si trova una vegetazione straordinariamente rigogliosa. Sorgenti sotterranee perenni alimentano alberi e piante sempreverdi situati per lo più ai margini del parco, più internamente si trovano splendidi boschi di acacie, baobab e palme, mentre lungo la sponda del lago si possono osservare canneti e acquitrini solitamente popolati da ippopotami.

Non manca naturalmente la savana e vi sono anche sorgenti d’acqua calda di origine vulcanica incastonate nella striscia di terra tra il lago e la scarpata della Rift Valley, nell’area sud del parco.

Se scegliete Lake Manyara per il vostro viaggio su misura in Tanzania avrete l’occasione di vedere anche uno spettacolo decisamente insolito. Questo parco infatti è uno dei pochi luoghi in cui si possono osservare i leoni nell’atto di arrampicarsi sugli alberi, un comportamento che in questi animali è generalmente poco frequente.

Lake Manyara National Park

Lake Manyara National Park

Il lago comunque richiama una moltitudine di altre specie che tendono a non migrare nemmeno durante la stagione secca, vista la disponibilità di acqua pressoché costante. Oltre ai leoni anche i leopardi sono tipici della zona, ma sono molto frequenti.
Non mancherà l’occasione di osservare giraffe, impala, zebre, elefanti, i facoceri e altre specie di erbivori.

Lago Manyara è inoltre famoso perché ospita quella che è generalmente considerata la maggiore concentrazione di babbuini di tutta l’Africa. Se ne contano branchi anche di un centinaio di esemplari.

Con le sue oltre trecentottanta specie di uccelli, Lake Manyara National Park offre meraviglie anche agli amanti birdwatching.

Addentrandovi nel folto della vegetazione invece, potrete osservare numerose altre specie di uccelli che prediligono l’habitat della foresta sempreverde, tra essi ci sono la faraona dal ciuffo, ad esempio, o il bucero dalle guance argentate. L’avvoltoio egiziano, l’aquila coronata e lo sparviero dei pipistrelli sono solo alcune delle quasi cinquanta specie di rapaci che popolano la zona.

Nel parco vivono anche diversi animali notturni, infatti un altro buon motivo per cui Lake Manyara non dovrebbe mancare in un viaggio su misura in Tanzania, è che questo è l’unico parco nazionale dove è permesso fare safari notturni per l’avvistamento di tali animali.

Un’ultima, ma non meno importante particolarità è che nelle immediate vicinanze dell’ingresso nord del parco si trova il villaggio Mto wa Mbu dove nel corso degli anni si sono riunite svariate etnie. È questo uno dei pochissimi luoghi dell’Africa dove convivono le lingue cuscitiche, nilotiche, khoisan e bantu, le quattro maggiori famiglie linguistiche del continente.

 

Siamo specializzati nell’organizzazione di viaggi fotografici e su misura.
Siamo esperti e conosciamo a fondo le mete che proponiamo.

 

Offriamo la nostra esperienza diretta, per progettare il vostro viaggio esclusivo.
Siamo professionisti del settore in ogni minimo dettaglio.

PER INFO E PRENOTAZIONI

Iscriviti alla newsletter di Wild Nature Photographers

Signup now and receive an email once I publish new content.

I agree to have my personal information transfered to MailChimp ( more information )

I will never give away, trade or sell your email address. You can unsubscribe at any time.

Maurizio Ferrari

Maurizio Ferrari coltiva due grandi passioni, quella per l'arte della fotografia e quella per la natura. Attualmente Maurizio si è stabilito in Sudafrica e ha fondato Wild Nature Photographers, un tour operator specializzato per offrire a fotografi amatoriali e professionisti la possibilità di realizzare viaggi fotografici e su misura in terre africane e polari.   Per Maurizio effettuare un viaggio fotografico non significa fare una semplice esperienza dove scattare foto, ma si tratta di vivere momenti e ricordi indelebili. I viaggi vengono realizzati in maniera da soddisfare le esigenze individuali dei fotografi. Viene garantita assistenza continua in ogni fase del viaggio, offrendo guide, strutture ed escursioni esclusive. I viaggi di Wild Nature Photographers sono perfetti per chi ama la natura e sono l'ideale sia per chi ama viaggiare in solitaria che per chi ama farlo in piccoli gruppo. Grazie alla profonda conoscenza del territorio e all'efficiente assistenza, Wild Nature Photographers è in grado di garantire un'esperienza meravigliosa nel cuore di territori selvaggi e incontaminati. Oltre all’Africa è possibile realizzare e organizzare bush camp, crociere Antartiche, safari Artici e spedizioni in 4x4. Maurizio Ferrari ha messo il cuore nel proprio progetto, per poter permettere agli amanti della natura e della fotografia, di vivere emozioni uniche e irripetibili durante i viaggi. Negli ultimi anni, sta studiando e applicando la tecnica del panning e del mosso artistico-creativo all'interno della sua fotografia naturalistica. Le sue immagini non sono semplici fotografie, Maurizio desidera colpire chi osserva non soltanto con scatti da guardare, ma andare oltre la fotografia a livello emotivo ed emozionale. Le sue foto devono far sentire qualcosa. Da circa 3 anni, Maurizio si sta dedicando ad un grande progetto editoriale, ovvero un libro interamente dedicato al mosso artistico nell'ambito naturalistico. L'idea dell'autore è quella di inserire cinquanta immagini a colori e cinquanta in bianco e nero, un progetto molto complesso nella realizzazione, che richiede molto tempo e dedizione. Come artista, Maurizio Ferrari ha ottenuto diversi riconoscimenti e premi sia a livello nazionale che internazionale partecipando a grandi concorso come: Asferico, Natures Best Photography Africa, Siena International Photography Awards, Nature Image Awards, Festival de l'Oiseau et de la Nature, Festival International Montier-en-Der e il National Geographic Italia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>